comune_panoramica.jpg

Notizie

Uffici Comunali

Avviso di chiusura ufficio demografico

Si comunica che venerdì 20 aprile 2018 l’ ufficio Anagrafe, Stato Civile rimarrà chiuso salvo urgenze dalle 9.00 alle 12.30

lunedì 23 aprile 2018 rimarrà chiuso

Non verranno effettuate attivazioni tessere sanitarie

Ambiente e Rifiuti

Servizio di raccolta e trasporto rifiuti urbani ed assimilati - servizi attivabili a pagamento dall'utenza

Si allega, di seguito, il prospetto riepilogativo dei servizi attivabili dal 1° gennaio 2018, a pagamento dall'utenza, quali raccolte a domicilio di alcune tipologie di rifiuto e lavaggio di contenitori.

“ACI... Pensiamo noi!” I Servizi ACI arrivano a casa dei cittadini a mobilità ridotta

Il CELVA promuove, in collaborazione con l’Automobile Club Italia (ACI), la campagna promozionale “ACI... Pensiamo Noi! I Servizi ACI a domicilio”, finalizzata a promuovere sul territorio valdostano il progetto “Servizi a domicilio”, che porta i servizi del P.R.A., il Pubblico Registro Automobilistico, direttamente a casa di tutti i cittadini che, per vari motivi, sono impossibilitati a recarsi presso gli sportelli ACI dedicati. L’impegno preso in capo dal CELVA è quello di supportare la Pubblica Amministrazione locale nell’avvicinarsi ai cittadini e alle loro esigenze, semplificando gli oneri burocratici e facilitando l’accesso ai servizi, con un’attenzione particolare alle fasce della popolazione a mobilità ridotta. Il progetto “Servizi a domicilio” e la campagna informativa “ACI... Pensiamo Noi! I Servizi ACI a domicilio” si rivolgono a tutti i soggetti deboli interessati, e in particolare a disabili o persone affette da patologie che impediscono o rendono difficoltoso lo spostamento dal proprio domicilio, alle persone ricoverate presso case di cura, ospedali o case di riposo, ai detenuti presso istituti di pena, agli ospiti di comunità terapeutiche o di istituti di riabilitazione.

ILLUMINAZIONE VOTIVA RIATTIVAZIONE DEL SERVIZIO A DOMANDA INDIVIDUALE

Con la presente si informa che a decorrere dal giorno 1 gennaio 2018 sarà riattivato il servizio a domanda individuale di “illuminazione votiva”.

Chi avesse già usufruito del servizio in passato sarà a breve contattato dal Comune per la sottoscrizione di un nuovo contratto per ogni singola lampada, con decorrenza 1 gennaio 2018.

Una comunicazione di pari tenore sarà prodotta verso tutta la cittadinanza per informare chi fosse interessato all’attivazione di un contratto di illuminazione votiva del fatto che

Ogni utente (vecchio o nuovo) dovrà versare al Comune il canone annuo dell’importo deliberato dalla Giunta comunale; l’utente che intenda accedere al servizio deve preventivamente presentare domanda in Comune e versare il canone e solo successivamente potrà contattare la Ditta per l’intervento elettrico; nel caso un utente avesse necessità di intervento manutentivo da parte della Ditta, non potrà usufruirne sino al versamento del canone al Comune.

Per quanto concerne le lampade, gli allacci e le manutenzioni, i rapporti intercorreranno direttamente tra chi avrà sottoscritto un contratto e la ditta con la quale è stata sottoscritta una convenzione.

Si informa infine che nel caso in cui un utente non pagasse alla Ditta gli importi a questa dovuti, questa si intende autorizzata a disattivare – sino al pagamento - l’allaccio della/e lampada/e votiva/e e ad informare il Comune della cosa.

ReI

La domanda può essere presentata dall'interessato o da un componente del nucleo familiare a partire dal 1° dicembre 2017 presso il Consultorio di Verrès il lunedì dalle 8.30 alle 12, il martedì dalle 9.30 alle 12 e il giovedì dalle 8.30 alle 12 e dalle 13.30 alle 16

Il ReI prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata o abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione. Per godere del beneficio il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai servizi sociali in rete con gli altri servizi del territorio e con i soggetti del terzo settore. I cittadini per accedere alla suddetta misura dovranno essere in possesso dei requisiti di seguito elencati:

- ISEE inferiore o uguale a 6mila euro e IRSE non superiore a 3mila euro;

- Non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati (NASPI, ASDI o altri ammortizzatori sociali).